Mastoplastica additiva con protesi di silicone

Domande frequenti

Che tipo di protesi mammarie utilizzate?

Gli impianti mammari contengono gel di silicone coesivo con involucro testurizzato (ruvido). Le protesi sono rotonde o anatomiche.

Posso scegliere la dimensione dell’impianto?

Dopo le misurazioni eseguite durante l’esame, a secondo della circonferenza toracica, l’aspetto del torace e del seno si può determinare un minimo e un massimo di volume ed anche la forma adatta dell’impianto per un ottimo aspetto finale, simolato con sizer di dimensioni diverse introdotti nel regiseno, in armonia con il resto del corpo.

Che tipo di anestesia si amminstra?

Anestesia generale, con intubazione orotracheale.

Ci rimangono cicatrici?

Si, le cicatrici sono nel solco inframammario, ma vista la loro posizione ed il tipo di sutura esse diventano meno visibili col tempo.

Quando sono rimossi i punti?

La sutura chirurgica si esegue con filo intradermico riassorbibile che viene bendato con fasce sterili. Dopo 14 giorni postoperatorio solo le bendature sono rimosse.

Quando si può riprendere l’attività lavorativa?

In dipendenza del tipo di attività svolta, quando scompaiono i dolori l’avvitità può essere ripresa moderatamente, con sforzi graduali.

Quando è possibile fare attività sportive?

Di solito, le attività sportive che non implicano i muscoli pettorali si possono svolgere dopo circa 4-8 settimane.

La sensibilità dei capezzoli ritorna subito dopo l’intervento?

La sensibilità dei capezzoli si può perdere o, al contrario, esacerbare temporaneamente, in modo simetrico oppure unilaterale. La sensibilità ridiventa normale entro 2-4 settimane.

Se i seni sono rilassati si possono sollevare con l’impianto mammario?

Dipende dal livello di ptosi mammaria. Se l’eccesso di pelle non è troppo grande, si può eseguire l’intervento per aumento mammario che risolve allo stesso tempo il sollevamento del seno tramite riempimento della pelle in eccesso. Quando i seni sono molto cadenti, allora è necessaria, oltre l’impianto che offre consistenza al seno, anche l’intervento chiamato mammopessi che elimina la pelle eccedente, e si riposizionano il capezzolo e la ghiandola mammaria.

L’assimetria dei seni si può risolvere con l’impianto mammario?

In seguito alla simulazione con sizer assimetrici il volume di ogni impianto sarà determinato, in modo che con impianti di dimensioni diverse per i due seni risulta un loro aspetto per quanto possibile simetrico.

Quando sarà visibile il risulatato finale post-operatorio?

Nei momenti post-operatori i seni presentarano edemi, il muscolo pettorale sarà contratto e la pelle potrebbe avere un aspetto lucido a causa dell’espansione brusca. Dopo circa 6 settimane i seni ritornano ad un aspetto naturale.