Quale è l’età ideale per il lifting?

L’età ideale è variabile da una persona all’altra. In funzione della professione esercitata o da altri elementi, il lifting può essere giustificato a 35 anni, oppure, lo stesso ad ogni età oltre 70 anni, cioè i limiti dell’età ideale includono un intervallo di quaranta anni.
I risultati sono molto più spettacolari quando l’operazione si esegue più tardi, ma grazie alla chirurgia esteica è meglio conservare un aspetto giovane per un periodo più lungo, invece di aspettare l’apparizione dei segni d’invecchiamento.

Il lifting cambia la fisionomia?

NO. Il lifting non modifica le forma della bocca, non cambia il contorno della mandibola, delle orecchie o degli occhi, dato che esso non stende la pelle ma i muscoli facciali profondi.

Quanto tempo perdura il risultato del lifting?

Non è possibile garantire un certo periodo, visto che il beneficio dell’intervento non dipende soltanto dell’operazione, ma anche da altri fattori d’invecchiamento (l’eredità, il modo e l’igiene della vita, altre patologie ecc.). Il processo d’invecchiamento che sta continuando può essere rallentito tramite nuove correzioni eseguite su altre aree, ma usando le stesse cicatrici. Salvi importanti aumenti o perdite di peso, il risultato finale è stabile e durevole per molti anni.

Quanto tempo è necessario per il recupero dopo il lifting?

Il beneficio dell’intervento è raggiunto entro 21-30 giorni dopo l’operazione. I primi punti si asportano dopo una settimana, quelli restanti durante la seconda quando anche gli echimosi e l’edema scompaiono.
La ripresa dell’attività corrente e variabile, entro 5-8 giorni dall’intervento.

Quando posso ricominciare a mettere il trucco?

Il trucco si può mettre una volta i punti asporti, ma lo scolorimento o la tintura dei capelli sono sconsigliati primo di 21 giorni. L’automassaggio delle cicatrici si raccomanda matina e sera, durante 1-2 mesi.